Apple chiarisce, non è possibile impostare un ‘default’ servizio di musica in iOS 14.5

@sarahintampa/9:31 am PST • Marzo 4, 2021

Apple icona della Musica su iPhone

Image Credits: TechCrunch

Apple ha chiarito che l’iOS 14.5 beta non è in realtà permettendo agli utenti di selezionare una nuova impostazione di default servizio di musica, come è stato segnalato. Dopo il rilascio della beta a febbraio, un certo numero di beta tester ha notato che Siri avrebbe ora chiesto quale servizio musicale vorrebbero utilizzare quando hanno chiesto a Siri di riprodurre musica. Ma Apple non considera questa funzione l’equivalente di “impostare un valore predefinito” – un’opzione che più recentemente ha iniziato a consentire app di posta elettronica e browser.

Invece, la funzione è basata sull’intelligenza di Siri, il che significa che può migliorare e persino cambiare nel tempo man mano che Siri impara a comprendere meglio le tue abitudini di ascolto.

Ad esempio, se dici a Siri di riprodurre una canzone, un album o un artista, potrebbe chiederti quale servizio desideri utilizzare per ascoltare questo tipo di contenuti. Tuttavia, la tua risposta a Siri non sta rendendo quel particolare servizio il tuo “predefinito”, afferma Apple. In effetti, Siri potrebbe chiederti di nuovo ad un certo punto-una richiesta che potrebbe confondere gli utenti se pensassero che le loro preferenze fossero già state impostate.

Crediti immagine: iOS 14.5 screenshot

Apple sottolinea inoltre che non esiste un’impostazione specifica in iOS in cui gli utenti possono configurare un servizio musicale “predefinito”, come avviene con le app e-mail e browser. Mentre molti rapporti precedenti notavano questa differenza, si riferivano ancora alla funzione come “impostazione predefinita”, che è tecnicamente errata.

Più in generale, la funzione è un tentativo di aiutare Siri a imparare le applicazioni di ascolto che si desidera utilizzare per diversi tipi di contenuti audio — non solo la musica. Forse si desidera utilizzare Spotify per ascoltare la musica, ma preferiscono tenere il passo con i podcast in podcast di Apple o qualche altra applicazione podcast di terze parti. E si consiglia di ascoltare audiolibri in un altro app.

Quando Siri ti chiede quale servizio desideri utilizzare per questo tipo di richieste audio, presenterà un elenco delle app audio che hai installato tra cui scegliere.

Crediti immagine: iOS 14.5 screenshot

Oltre alla comprensione da parte di Siri delle tue abitudini, che si basano sulle tue risposte e scelte, gli sviluppatori di app possono opzionalmente utilizzare le API per fornire a Siri accesso a più informazioni su ciò che le persone ascoltano nella loro app e perché. Ciò potrebbe consentire a Siri di soddisfare le richieste degli utenti con maggiore precisione. E tutta questa elaborazione avviene sul dispositivo.

La funzione di scelta audio, ovviamente, non impedisce agli utenti di richiedere un particolare servizio per nome, anche se non è la loro solita preferenza.

Ad esempio, puoi ancora dire qualcosa come “gioca a smooth jazz radio su Pandora” per lanciare invece quell’app. Tuttavia, se hai continuato a richiedere Pandora per nome per le richieste di musica — anche se inizialmente avevi specificato Apple Music o Spotify o qualche altro servizio quando Siri ti aveva richiesto per la prima volta — la prossima volta che hai chiesto a Siri di riprodurre musica senza specificare un servizio, l’assistente potrebbe chiederti di nuovo di scegliere un servizio.

Crediti immagine: iOS 14.5 screenshot

Anche se questo può sembrare un chiarimento minore, ha una maggiore importanza dato il maggiore controllo normativo di Apple è in questi giorni su come il suo App Store e app ecosistema di lavoro. Spotify, in particolare, ha affermato che Apple si sta comportando in modi anticoncorrenziali, ad esempio richiedendo una commissione sugli acquisti in-app di Spotify anche se Apple gestisce un servizio musicale rivale che Spotify sostiene abbia vantaggi di prima parte.

La funzione audio choice è apparsa per la prima volta in iOS 14.5 beta 1, ma era stata estratta in beta 2. Da allora è tornato con il rilascio di beta 3, che ancora una volta ha attirato l’attenzione e titoli — così come la risposta di Apple.

Anche se tecnicamente non consente di impostare un “default”, la funzione Siri-powered potrebbe finalmente sentire come uno per gli utenti con comportamento di ascolto coerente. L’iPhone diventerà semplicemente più intelligente su come riprodurre ciò che vuoi ascoltare, senza necessariamente costringerti a utilizzare le app di Apple se non lo desideri.

Early Stage è il primo evento “how – to” per imprenditori e investitori startup. Sentirai in prima persona come alcuni dei fondatori e dei VC di maggior successo costruiscono le loro attività, raccolgono fondi e gestiscono i loro portafogli. Copriremo ogni aspetto della costruzione dell’azienda: raccolta fondi, reclutamento, vendite, adattamento del mercato del prodotto, PR, marketing e costruzione del marchio. Ogni sessione ha anche la partecipazione del pubblico built-in-c’è tutto il tempo incluso per le domande del pubblico e la discussione.

{{{titolo}}}

{{{autore}}}
{{{data}}}

{{titolo}} Immagine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.