Fare investimenti in Arabia Saudita

Un numero crescente di individui stranieri e residenti espatriati stanno realizzando i benefici di investire in Arabia Saudita, con una gamma crescente di veicoli di investimento tra cui scegliere. Questa guida utile spiega tutto.

Gli investimenti esteri in Arabia Saudita sono stati storicamente appannaggio di multinazionali con tasche profonde e grandi piani per il Regno. Tuttavia nuove ed eccitanti opzioni di investimento sono disponibili per esperti, espatriati imprenditoriali in settori quali proprietà, start-up e fondi di investimento.

Solleviamo il coperchio sui whats, i wheres, i whens e i hows di investire in Arabia Saudita. Questa guida include le seguenti informazioni:

  • Investimenti in Arabia Saudita
  • conto di Risparmio degli investimenti in Arabia Saudita
  • Pensioni degli investimenti in Arabia Saudita
  • Immobili in Arabia Saudita
  • Business investimenti in Arabia Saudita
  • fondi di Investimento in Arabia Saudita
  • Investire in titoli e azioni in Arabia Saudita
  • gli investimenti Offshore in Arabia Saudita
  • Altre forme di investimento in Arabia Saudita
  • Imposta sugli investimenti in Arabia Saudita
  • Come investire saggiamente in Arabia Saudita
  • di Investimento di consulenza in Arabia Arabia
  • Risorse utili

Gli investimenti in Arabia Saudita

Gli investimenti in Arabia Saudita è un grande business. In effetti, il Regno ha ricevuto un enorme SR13 miliardi di investimenti diretti esteri in 2018. Si colloca anche 41st sul Global Foreign Direct Investment Country Attractiveness Index. Ma questa è solo una parte della storia.

Banconote riyal saudite in una macchina di conteggio

Secondo la sua strategia economica a lungo termine, il governo saudita vuole attrarre maggiori livelli di investimenti stranieri nei settori emergenti. Ciò include logistica, salute, istruzione, infrastrutture, intrattenimento, energia pulita, difesa, turismo e estrazione mineraria. L’idea, essenzialmente, è di diversificare l’economia lontano dal petrolio.

Il mercato azionario saudita ha aperto le sue porte agli investitori istituzionali stranieri a metà del 2015. Inoltre, i non sauditi possono (previa approvazione del Ministero degli Alloggi) acquistare proprietà. Inoltre, l’ecosistema imprenditoriale sta andando sempre più forte. Ad esempio, il Regno accoglie al 100% imprese di proprietà straniera. “Il settore finanziario è aperto e offre una gamma di opzioni”, secondo la Heritage Foundation, che compila l’Indice annuale della libertà economica. “Senza capitale minimo richiesto, anche il processo di avvio di un’impresa è stato relativamente semplificato”, aggiunge.

Tutto ciò è sostenuto da un’economia stabile (anche se esposta agli eventi geopolitici regionali), finanze consolidate e un sistema bancario ben regolamentato. Il fatto che il Regno sia classificato come l’economia 91st-freest del mondo indica che c’è ancora del lavoro da fare; ad esempio, in settori quali il quadro giuridico per risolvere le controversie commerciali e affrontare le questioni di trasparenza in settori quali la legislazione sulla proprietà intellettuale. Tuttavia, l’Arabia Saudita è una terra di opportunità in cui il mantra” chi d vince ” si applica molto.

Conto di risparmio investimenti in Arabia Saudita

Le banche saudite offrono una gamma di conti correnti, di risparmio e di deposito per gli espatriati. Questi includono SABB, Samba, Bank Albilad, Alawwal Bank, Riyad Bank, Banque Saudi Fransi, Arab National Bank (ANB), Saudi Investment Bank e MEEM. Dai un’occhiata a souqalmal per confrontare i vari account, scoprire i criteri di ammissibilità, i costi e le procedure di apertura del conto.

Primo piano di una nota riyal saudita

Pensioni gli investimenti in Arabia Saudita

Gli espatriati in Arabia Saudita non devono legalmente pagare nel regime di assicurazione sociale statale. Infatti, è comune per gli espatriati a contribuire al regime pensionistico del loro datore di lavoro. Inoltre, alcuni espatriati scelgono di continuare a contribuire ai regimi di assicurazione sociale nel loro paese d’origine. In alternativa, potrebbero optare per un fornitore di pensioni privato.

Investimenti immobiliari in Arabia Saudita

Il mercato immobiliare dell’Arabia Saudita si sta espandendo e evolvendo. Attualmente rappresenta circa il 5% del PIL statale; tuttavia, il governo vuole che questa cifra raddoppi nei prossimi anni. I prezzi degli immobili sono aumentati nell’ultimo decennio in quanto la domanda ha superato l’offerta (principalmente nelle grandi città) e l’economia è cresciuta costantemente e fortemente.

Lo skyline moderno di Riyadh
Riyadh

I prezzi si stanno raffreddando mentre nuove unità residenziali entrano sul mercato e la crescita economica più ampia rallenta. In effetti, l’indice globale dei prezzi delle case Q3 2018 della società di consulenza immobiliare Knight Frank ha riportato prezzi in Arabia Saudita in calo del 3,7% rispetto allo stesso periodo del 2017; rendendolo il paese con le peggiori performance dell’indice.

Riyadh, Jeddah e Dammam sono i mercati immobiliari più sviluppati del paese (e sono dove la maggior parte degli espatriati vive e lavora). Nuovi sviluppi residenziali, dalle case a prezzi accessibili ai condomini di lusso, stanno sorgendo attraverso le tre città. Nel frattempo, massicci nuovi progetti di trasporto urbano, come la metropolitana di Riyadh, dovrebbero spingere i prezzi degli immobili verso l’alto; soprattutto intorno alle stazioni.

Leggi sulla proprietà in Arabia Saudita

Secondo la legge saudita, i residenti espatriati possono acquistare proprietà; anche se non la terra. Tuttavia, la proprietà deve essere la residenza primaria, non puramente per investimento. Le città sante della Mecca e Medina sono off-limits per tutti gli investitori stranieri e residenti espatriati. Anche se non ci sono dati recenti sono disponibili su expat casa di proprietà in Arabia Saudita, aneddoticamente, la maggior parte sceglie di non comprare. Questo perché la stragrande maggioranza degli espatriati sono dotati di alloggi nei loro contratti.

Alloggiamento composto tipico in Arabia Saudita
Gli espatriati spesso vivono in composti abitativi come questo

Investire in proprietà in Arabia Saudita è un esercizio di pazienza. Il primo passo è ottenere una lettera di permesso dal ministero degli alloggi. Questo può richiedere fino a un anno. Il prezzo viene quindi negoziato tra acquirente, venditore e intermediario come avvocato e/o broker. Una volta negoziato un contratto di acquisto privato, l’investitore otterrà la conferma dal tribunale locale della Sharia che il venditore possiede la proprietà. Il trasferimento del titolo viene quindi registrato e il Tribunale timbra il documento del titolo per indicare il trasferimento legale della proprietà.

Ottenere un mutuo in Arabia Saudita

Dodici banche locali attualmente offrono mutui agli espatriati. Sono Al Rajhi Bank, Alinma Bank, Arab National Bank, Bank Al Jazira, Bank Albilad, Banque Saudi Fransi, National Commercial Bank (NCB), Riyad Bank, SABB, Saudi Investment Bank, Samba e Alawwal Bank. Scopri Souqalmal per le migliori offerte.

 Mutuo in Arabia Saudita

Oltre al tuo reddito, una banca saudita, nel valutare l’ammissibilità del mutuo, probabilmente terrà conto dello stato e della reputazione del tuo datore di lavoro. La regola generale è che più grande e più stabile è l’azienda, meglio è. Una volta che il mutuo è approvato, la banca in genere deduce i pagamenti mensili tramite addebito diretto dal tuo conto stipendio.

Non sorprende che i prezzi delle case variano in base alla posizione. La maggior parte della popolazione del Regno vive a Riyadh, Jeddah o Dammam; pertanto hanno generalmente i prezzi più alti. Una casa di lusso con tre camere da letto a Riyadh potrebbe andare per $800.000. Oppure si può scattare un condominio di lusso per circa $300.000. Come in ogni paese, ricordarsi di applicare il buon senso quando si acquista una proprietà in Arabia Saudita. Per esempio, assumere un buon avvocato e assumere un buon traduttore; come la maggior parte dei documenti saranno in arabo. Inoltre, fai la tua due diligence e ricerche di mercato. Si noti che alcuni investitori hanno perso denaro su progetti di alloggi in fase di stallo dopo che lo sviluppatore è diventato insolvente.

Investimenti aziendali in Arabia Saudita

“Siamo aperti al business”. Questo è il messaggio del governo saudita agli investitori stranieri. Come quasi ovunque, però, la realtà è leggermente meno semplice. Sì, gli stranieri possono (e lo fanno) generalmente investire in tutte le aree dell’economia del Regno, ad eccezione del petrolio e delle miniere. Ma il paese si colloca al 92 ° posto su 190 paesi nell’indice Doing Business 2019 della Banca mondiale. Ciò suggerisce che non è tutto semplice per gli investitori stranieri.

Se sei un imprenditore, non sarai a corto di consigli e assistenza. Le piccole e medie imprese (PMI) rappresentano circa un quinto del PIL nazionale. Entro il 2030, il governo vuole che questa cifra sia del 35%. Nel rapporto Global Entrepreneurship Monitor 2019, circa tre quarti degli intervistati in Arabia Saudita hanno visto buone opportunità di avviare una propria attività; in realtà, questa è stata la seconda cifra più alta dei 49 paesi studiati.

Procedure di set-up aziendale

Le procedure di set-up aziendale stanno diventando più snelle e ci sono tutti i tipi di assistenza e consulenza per gli imprenditori. Per il finanziamento di consulenza e supporto per il marketing e l’esportazione, entrare in contatto con l’Autorità Piccole e medie imprese. Controlla anche Meras, un programma che offre un sito web e una rete nazionale di negozi one-stop per le start-up aziendali.

Il Centro di servizi di investimento dell’Autorità generale per gli investimenti (SAGIA) dell’Arabia Saudita è anche molto utile. Rilascia licenze commerciali e può consigliare su altre formalità per gli investitori stranieri nel Regno, compresi i visti. Gli investitori stranieri in Arabia Saudita scelgono tra tre strutture aziendali, come segue:

  • Società a responsabilità limitata (LLC): capitale minimo di avviamento SR500,000. Deve avere un minimo di due azionisti( nessuno dei quali deve essere saudita); la LLC è anche soggetta a un audit annuale;
  • Filiale: aperta a società straniere per svolgere attività commerciale. La società madre si assume la piena responsabilità. Capitale minimo di avviamento SR500,000. Questa struttura è più facile da configurare di una LLC poiché non ci sono statuti da approvare;
  • Ufficio di rappresentanza: può essere un Ufficio tecnico e scientifico (TSO); attraverso il quale un produttore può fornire supporto tecnico al mercato locale tramite un distributore. Non può impegnarsi in attività commerciali o guadagnare entrate. O Registrazione temporanea di società( TC); un’attività a breve termine stabilita ai fini di uno specifico contratto governativo.

Fondi di investimento in Arabia Saudita

Secondo Investopedia, un fondo di investimento è definito come ” una fornitura di capitale appartenente a numerosi investitori utilizzati per acquistare collettivamente titoli mentre ogni investitore mantiene la proprietà e il controllo delle proprie azioni.”Un fondo di investimento offre una selezione più ampia di opportunità di investimento, una maggiore esperienza di gestione e commissioni di investimento inferiori a quelle che gli investitori potrebbero essere in grado di ottenere da soli, aggiunge.

I tipi di fondi di investimento disponibili per gli investitori stranieri e gli espatriati in Arabia Saudita includono fondi comuni di investimento, exchange-traded funds (ETF) e obbligazioni. Jadwa Investment gestisce una serie di fondi comuni di investimento in base alla propensione al rischio e al profilo degli investitori. Riyad Capital offre servizi di negoziazione in sukuk (obbligazioni islamiche), ETF e mercati obbligazionari. Al Rajhi Capital, nel frattempo, offre un portafoglio completo di fondi comuni gestiti. E il fondo HSBC Global Equity Index investe in azioni globali conformi alla sharia. Ognuno sarà in grado di offrire consigli su come investire, quanto investire, e costi, rischi, e rendimenti probabili; tutti basati, naturalmente, sulla vostra propensione al rischio.

Ad aprile 2019, l’Arabia Saudita ha annunciato che avrebbe aperto il suo mercato dei titoli di Stato agli investitori al dettaglio; con l’obiettivo di sviluppare una cultura del risparmio. I sukuk governativi, o obbligazioni islamiche, saranno venduti in porzioni SR1,000, piuttosto che i milioni SR1 precedentemente offerti. Inoltre, il Regno ha ridotto le commissioni e le commissioni di trading per il mercato obbligazionario locale per stimolare il trading.

Investire in azioni e azioni in Arabia Saudita

La Borsa saudita è il più grande mercato dei capitali del Medio Oriente. A partire dalla fine di 2018, la sua capitalizzazione totale era SR1.85 trilioni; in crescita di 10% sulla cifra di fine 2017. Inoltre, le aziende straniere possono commerciare in borsa; sono idonei ad acquisire fino a un 49% di proprietà di qualsiasi società quotata. Tuttavia, gli individui stranieri non possono.

La maggior parte degli investitori istituzionali si avvale dei servizi di un broker o di una banca d’investimento come Morgan Stanley o Credit Suisse per investire nella borsa saudita. Nel 2016, l’Autorità del mercato dei capitali ha lanciato il Real Estate Investment Traded Fund (REIT) sulla borsa saudita. Gli investitori stranieri non residenti possono ora scambiare REIT in borsa.

Investimenti offshore in Arabia Saudita

A differenza di altre giurisdizioni internazionali, l’Arabia Saudita non offre alcun tipo di veicolo di investimento offshore a sauditi o non sauditi.

Imposta sugli investimenti in Arabia Saudita

Non vi è alcuna imposta sul reddito delle persone fisiche in Arabia Saudita. Esempi di reddito imponibile per gli espatriati sono l ” imposta sul reddito riscossa sulla quota di uno straniero in una società residente saudita; a meno che la società è quotata in borsa, nel qual caso zakat, una forma di imposta islamica, viene applicata.

La cessione di azioni in una società residente attira un’imposta sulle plusvalenze del 20%. Le plusvalenze derivanti dalla cessione di azioni di una società quotata in borsa sono pari a zero se le azioni sono state acquisite dopo il 2004. L’imposta sulle società è riscossa al 20% del reddito. Inoltre, non vi è alcuna imposta sul capitale, imposta di bollo, tassa di proprietà reale, o tassa di successione in Arabia Saudita. Deloitte pubblica una grande panoramica del sistema fiscale saudita.

Come investire saggiamente in Arabia Saudita

Investire in Arabia Saudita può essere molto diverso da quello a cui sei abituato; anche se si applicano gli stessi principi di base. I fattori da considerare quando si investe in Arabia Saudita includono:

  • Quali opportunità di investimento sono disponibili come straniero o residente expat?
  • La regolamentazione degli investimenti esteri è destinata a cambiare?
  • Gli investimenti esteri sono sufficientemente protetti dalla legge?
  • Esistono incentivi per attrarre investimenti esteri (ad esempio, prestiti)?
  • Il vostro capitale può essere rimpatriato dal Regno?
  • In che modo l’ambiente geopolitico influisce sul mercato?
  • Il paese è politicamente stabile?
  • La valuta è stabile?
  • Quanto è sviluppato il sistema bancario e finanziario?
  • Comprendi le implicazioni della nuova legge fallimentare?

Linea di fondo: fare il vostro lavoro. Inoltre, impegnarsi con persone sul campo che possono dare consigli accurati e imparziali.

Consulenza sugli investimenti in Arabia Saudita

La maggior parte degli investitori stranieri si avvicina alle agenzie governative come SAGIA e il Ministero del Commercio e degli Investimenti come punti di partenza per la consulenza e l’assistenza. D’altra parte, è possibile coinvolgere i servizi di un avvocato che può guidare l’utente attraverso i regolamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.