Guida intervista per i Paesi Bassi

Come dice il vecchio proverbio: “Se non si riesce a pianificare, si prevede di fallire.”

Sia una buona preparazione prima che la fiducia durante un colloquio sono essenziali per il successo. Esistono modelli standard, ma le interviste possono variare in modo significativo a seconda non solo della posizione e dell’industria, ma anche del tuo profilo, nonché dell’esperienza e del giudizio dell’intervistatore.

Guida alle interviste per i Paesi Bassi

Qui puoi trovare una breve panoramica di diverse domande e tecniche. Tuttavia, le risposte fornite sono solo suggerimenti e quindi dovrebbero essere modificate di conseguenza.

Parlami di te

Una tipica ma difficile domanda di apertura. È importante attirare l’interesse dell’intervistatore fin dal primo momento, quindi tienilo breve e al punto (meno di cinque minuti). Elaborare le vostre qualifiche, storia di carriera e le competenze, ma evitare di entrare in troppi dettagli. Se ti manca qualsiasi (significativa) esperienza lavorativa precedente puoi sempre concentrarti di più sui tuoi studi e correlarli con la posizione di ingresso specifica.

Quali sono stati i tuoi risultati fino ad oggi?

Concentrarsi sui risultati relativi alla posizione e (abbastanza) recenti, e illustrare il loro impatto sulla società. ad esempio, ” Sono riuscito a ridurre i livelli delle scorte e quindi a ridurre i costi di stoccaggio del 30%.”

Sei felice della tua carriera?

Una risposta semplice che giustifichi le tue scelte aggiornate dovrebbe essere sufficiente. Non dimenticare di menzionare la parola “felice” ed elaborare i tuoi futuri obiettivi di carriera e risultati personali.

Qual è la situazione più difficile che hai affrontato e come l’hai affrontata?

L’intervistatore sta cercando di identificare ciò che si percepisce come “difficile” e, a quanto pare, è necessario sottolineare le vostre capacità di problem solving. Descrivi una situazione difficile e assicurati che la tua risposta affermi chiaramente: definizione del problema, possibili soluzioni, giustificazione della tua scelta e, naturalmente, il risultato. Un discorso “quello che ho imparato da quell’esperienza” sarebbe l’ideale per finire…

Quali sono i tuoi punti di forza?

Sorprendentemente, la maggior parte dei candidati ritiene che questa sia una delle domande più difficili. Per citare solo core termini come:

  • “facile studente”
  • “result oriented”
  • “socializzare competenze”
  • “giocatore di squadra”
  • “proattivo”
  • “lavoratore”

Tutti loro, seguita da esempi concreti.

Quali sono le tue maggiori debolezze?

Sii pronto a menzionare (alcuni dei) tuoi punti deboli. Ammettere la mancanza di esperienza è sempre un’opzione, ma sottolineare le tue debolezze insieme alle azioni che stai intraprendendo per migliorarle è molto meglio.

Perché hai fatto domanda per questo particolare lavoro?

Questo è il punto che devi convincere l’intervistatore che questo ruolo integra le tue caratteristiche personali e le prospettive di carriera. Una preparazione approfondita prima dell’intervista dovrebbe rivelare quali attributi del ruolo / azienda ti interessano di più.

Dove ti vedi tra cinque anni?

La tua risposta dovrebbe includere obiettivi a breve e lungo termine. Descrivi la posizione in cui vorresti lavorare e fornisci una breve panoramica di come pensi di andare lì. Parole chiave come” ambizione “e” determinazione ” dovrebbero essere menzionate ma non ripetutamente.

Cosa puoi offrire a questa organizzazione?

Ogni datore di lavoro è alla ricerca di un dipendente per aggiungere valore, in modo da prestare particolare attenzione e, naturalmente, il tempo. Di solito, le descrizioni del lavoro includono le caratteristiche richieste, quindi isolare tutte le parole chiave e praticare la risposta in anticipo.

Quale livello di stipendio stai cercando?

L’intervistatore presuppone che tu sia a conoscenza delle condizioni di lavoro e dello stipendio per posizioni simili. Cerca di non specificare il livello salariale desiderato anche se c’è un’indicazione di stipendio nella descrizione del lavoro. In generale, i datori di lavoro accettano il fatto che molti candidati non sono disposti a discuterne durante le fasi iniziali.

Altre domande comuni durante le interviste nei Paesi Bassi

  • Perché hai scelto questo settore?
  • Cosa è più importante per te: il livello di stipendio o il tipo di lavoro?
  • Perché ti caratterizzi come un leader? (esempi necessari)
  • Che tipo di pressioni hai incontrato sul lavoro?
  • Lavori efficacemente sotto pressione?
  • Con che tipo di persone ti piace lavorare?
  • Con che tipo di persone trovi difficile lavorare?
  • Il tuo lavoro è stato criticato in passato? Fate un esempio.
  • Descrivimi una situazione in cui hai provato rabbia al lavoro. Qual è stata la tua reazione?
  • Dammi esempi di gestione dei conflitti sul lavoro.
  • Parlami dell’ultima volta che sei in disaccordo con il tuo manager.
  • Descrivimi il manager ideale.
  • Che tipo di comunicazione vuoi avere con il tuo manager?
  • Preferisci lavorare da solo o in gruppo?
  • Al momento sei occupato in un’organizzazione molto diversa. Come pensi che si inserirà in?
  • Cosa stai cercando in un’azienda internazionale?
  • Come si misurano le prestazioni?
  • Sei un self-starter? (fornire esempi)
  • Parlami dei cambiamenti sul posto di lavoro che ti hanno causato difficoltà. Perché?
  • Come ti senti a lavorare ore extra e / o nei fine settimana?
  • Parlami di obiettivi che non sei riuscito a raggiungere.
  • Cosa hai imparato dai tuoi errori?

Domande& Risposte se hai un lavoro (nei Paesi Bassi)

Preparati a rispondere alle seguenti domande se stai già lavorando nei Paesi Bassi:

Cosa ti piace del tuo lavoro attuale?

Enfatizza il tuo ruolo e descrivi quanto sia attraente il tuo attuale lavoro, ma non esagerare; stai per partire.

Cosa non ti piace del tuo attuale lavoro?

Non formulare conclusioni false. Parla di una caratteristica generale nella tua attuale azienda(posizione, industria ecc.) per mantenere la discussione a livello generale.

Perché vuoi lasciare il tuo ruolo attuale?

La risposta è semplice: devi fare una svolta nella tua carriera. Evitare riferimenti negativi (ad es. il tuo attuale datore di lavoro) e concentrati sui tuoi futuri passi di carriera.

Fai le seguenti domande

Ecco alcune domande da farti:

Sul ruolo

  • Perché la posizione è diventata disponibile?
  • Quali sono i principali obiettivi e responsabilità della posizione?
  • Quali sono i criteri di misurazione per le prestazioni dei dipendenti?
  • In che modo la vostra azienda investe nello sviluppo dei propri dipendenti?
  • Con quanti colleghi collaborerò?
  • Cosa include il pacchetto retributivo?

Informazioni sulla società

  • Come descriveresti la cultura aziendale e lo stile di gestione?
  • Come si fa (come azienda) a costruire buone relazioni all’interno dei team?
  • Ci sono piani di espansione?

Informazioni sul settore

  • Sarebbe saggio chiedere all’intervistatore gli ultimi cambiamenti del settore come fusioni e acquisizioni.

Suggerimenti& Suggerimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.